306 d.C. L’Impero romano sta attraversando uno dei suoi periodi più bui, la lotta per la successione è feroce. L‘imperatore Galerio affida al suo ufficiale Elio Sparziano una missione: consegnare, a Roma, un plico al giovane Massenzio. In attesa di essere ricevuto, Sparziano si ferma alle pendici del Vesuvio, a Surrentum, ritenuta l’antica dimora delle sirene, creature mitiche, messaggere di sventura e incantatrici d’uomini. Qui si dedica alle attività di storico, bibliofilo e recensore dei migliori bordelli dell’impero, quando un ricco mercante del posto, Pelagio Teodoro, viene trovato assassinato.  Una nuova avventura per lo straordinario Elio Sparziano. Una storia in cui gelosia e ambizione, sete di ricchezza e di potere, segreti e intrighi politici sono le note di un canto che, come quello delle sirene, conduce inesorabilmente alla rovina.