Manfrediana2021-04-28T12:15:18+02:00

Un posto
dove studiare

Manfrediana
ragazzi

Orario

ORARI

Sezione letteratura
lunedì, mercoledì, venerdì    9.00 – 13.00
martedì, mercoledì e giovedì    15.00 – 18.00

sabato 9.00 – 13.00
esclusivamente restituzioni e ritiro libri prenotati

Sale studio  e servizio internet
lunedì, mercoledì, venerdì    9.00 – 13.00
martedì, mercoledì e giovedì    15.00 – 18.00
sabato  9.00 – 13.00 (solo Sala Dante e servizio internet)
esclusivamente su prenotazione telefonando allo 0546 691700

consultazione materiali antichi, rari e di pregio
martedì e giovedì  9.00 – 13.00
esclusivamente su prenotazione, scrivendo a manfrediana.reference@romagnafaentina.it

Prestito su prenotazione e prestito con consegna a domicilio.
esclusivamente su prenotazione scrivendo a manfrediana@romagnafaentina.it

Per la tua privacy Google Maps necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

La biblioteca delle meraviglie

La disperazione dell’amanuense

La Biblioteca Manfrediana conserva tra i suoi codici anche questo corale pergamenaceo di piccolo formato (32 x 23 cm) del quale non conosciamo né provenienza né datazione, sembrerebbe risalire al XVII secolo. Il  testo riguarda l’ufficiatura dall’Avvento all’Epifania,

Un anno con Dante 

Un anno con Dante

In occasione del settecentenario della morte del Poeta la Biblioteca Manfrediana invita tutti a rileggere la Divina Commedia e a mandarci un video delle vostre terzine preferite.

Museo del Risorgimento
e dell’Età Contemporanea

Ai sensi DPCM 8 marzo 2020, nuove misure restrittive X Coronavirus, e’ sospesa l’apertura dei musei e di altri istituti e luoghi della cultura di cui all’art 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42, fino al 3 Aprile

Palazzo Laderchi
Corso Garibaldi n.2
48018 Faenza RA
ITALIA

In una splendida sede dislocata – Palazzo Laderchi – la Manfrediana si occupa anche della valorizzazione di stampe, fotografie, dipinti, proclami, bandiere, uniformi e cimeli fra i più importanti documenti faentini dall’Età Napoleonica all’Unità d’Italia.

Torna in cima